Questionario - Dettaglio

FIDAS ISONTINA: un percorso condiviso con tutti i donatori

Novembre 2018 Indagine Conoscitiva
FIDAS Isontina promuove un'indagine per svolgere al meglio il proprio ruolo, per conoscere le aspettative e le esigenze dei donatori isontini al fine di ridefinire le proprie attività associative.

A tutti i donatori, iscritti a FIDAS Isontina ma anche non iscritti, che si recheranno a donare nel corso del mese di novembre nei centri trasfusionali di Gorizia e Monfalcone e nelle uscite isontine dell'autoemoteca "Egidio Bragagnolo" verrà chiesto di compilare un breve questionario..

Il questionario intende comprendere le esigenze di tutti i donatori, iscritti e anche non iscritti, per poter programmare le iniziative di FIDAS Isontina ed essere “più vicini” a tutti coloro che donano il proprio sangue nel nostro territorio.

Questa iniziativa di “ascolto” della “base” dei donatori viene realizzata per la prima volta, grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Medicina Trasfusionale di Area Vasta Giuliano-Isontina e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

I dati raccolti in forma anonima verranno successivamente elaborati dall’Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia, partner scientifico di questo progetto, e verranno resi noti entro i primi mesi del 2019.
Il progetto viene realizzato grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Al fine di definire efficacemente le prossime strategie e politiche dell’Associazione è necessario procedere per comprendere le attese attuali e future dei donatori e del territorio isontino nei confronti dell’Associazione.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:
• definire le aspettative dei soci e dei donatori dell’Isontino rispetto FIDAS Isontina;
• individuare quali sono le richieste dei donatori circa la donazione di emocomponenti;
• identificare un sistema efficace di incentivi alla donazione di emocomponenti tra i cittadini dell’Isontino;
• definire le linee strategiche per le future politiche associative dell’Associazione;
• rafforzare le dinamiche di partenariato tra l’Associazione con il territorio isontino;

Documenti correlati